A tutti i nostri allievi e allieve,

ai genitori

e ai docenti e formatori

Torino, 3 febbraio 2020

Carissimi ragazzi, ragazze e giovani,

questa volta lascio la parola al Rettor Maggiore dei salesiani, decimo successore di Don Bosco, e riporto quasi per intero la lettera che ha inviato a tutti i giovani del mondo, nei cinque continenti, e che molti di voi hanno ascoltato di persona nella Basilica di Maria Ausiliatrice, dove il 31 gennaio ci siamo radunati per festeggiare il nostro amatissimo Don Bosco.

Carissimi Giovani, vi scrivo […] da Valdocco. Qui è l’alba. È uno dei momenti nei quali prego il Signore […]. Chiedo l’intercessione di Maria Ausiliatrice e di Don Bosco per tutti voi, […] giovani del mondo salesiano e anche per la gioventù del mondo intero. Penso, miei cari giovani, che pregare per voi sia una bellissima espressione di affetto. Don Bosco lo ha sempre fatto per i suoi giovani e in mezzo a loro; e questo vuole essere il mio dono per voi, in questo bellissimo giorno, nel nome del nostro Padre.

Oggi, come in altre occasioni, torno a ribadire il mio profondo desiderio: che tutti voi, che ciascun giovane del mondo possiate sentirvi come a casa vostra nelle case salesiane. Le porte delle case salesiane devono essere sempre aperte. Io desidero che siano sempre aperte, completamente aperte per voi. E anche le porte dei nostri cuori, e quelli di ciascuno dei membri della Famiglia Salesiana.

Oggi, come in altre occasioni, desidero dire dal profondo del mio cuore che, allo stesso modo in cui il cuore di Don Bosco batteva per i suoi giovani, il cuore di ogni membro della nostra Famiglia Salesiana continui a desiderare di stare con voi, di capirvi fino in fondo, nella profondità di voi stessi, e di essere in grado di condividere la vostra fatica e le vostre speranze, i vostri sogni e i vostri progetti. Don Bosco trasformò la sua predilezione per i giovani in missione, facendola diventare lo scopo della propria esistenza. Chiedo che avvenga lo stesso per tutti noi adulti, chiamati ad accompagnarvi.

Oggi, come in altre occasioni, desidero chiedervi di aiutarci, di aiutare ciascuno di noi e ciascun educatore delle vostre case, consacrati e laici, a rinnovare la nostra amicizia e a camminare insieme verso l’ideale dell’autentico progetto di uomo e di donna voluto da Dio. Giovani e adulti noi ci educhiamo reciprocamente attraverso il dono del quale siamo portatori. Questo non è uno slogan, ma è una profonda convinzione che viene dallo stesso Don Bosco. Perché anche i suoi ragazzi fecero diventare Don Bosco ciò che era. Cari giovani aiutateci a donarvi il meglio di noi stessi, a crescere, a essere migliori; aiutateci a non deludervi mai.

E oggi come altre volte ripeto che ciò che di più prezioso abbiamo e che possiamo offrirvi non sono le case e le presenze educative della Famiglia Salesiana in tutto il mondo. Ciò che abbiamo di più prezioso non sono le scuole, né le strutture sportive, né le università, neppure gli oratori e i centri di accoglienza. Il tesoro più prezioso che abbiamo è Gesù Cristo, il quale ci ha conquistato e ci ha fatto innamorare di Lui. Ciò che di più prezioso abbiamo da offrirvi è, come è stato per Don Bosco nei confronti dei suoi ragazzi, l’incontro con Dio Padre, per mezzo di suo Figlio Gesù Cristo. Oggi, come detto altre volte, vorrei che questo sogno diventi realtà ogni giorno, in ogni luogo, in tutte le nazioni e in tutte le culture dove ci troviamo […]. Che possiamo aiutarvi ad incontrare Dio e in Lui a scoprire la bellezza della vita che Lui ci ha donato.

E citando il nostro amato padre Don Bosco desidero che tutti voi, miei amici e amiche, miei cari ragazzi, adolescenti e giovani, siate molto felici qui e nell’eternità. Siate felici e rendiate felici le vostre famiglie e tutti coloro che abitano il vostro piccolo universo ogni giorno.

Con affetto e nel nome del nostro Padre Don Bosco, vi saluto

Don Ángel Fernández Artìme, SDB

Rettor Maggiore

Gli appuntamenti della settimana:

  • STAFF Mensa: BERNARDI;    BELLONI;    CHINDRIS;   DI NUNZIO;   MOCANU; PASTORE;    SCIANNIMANICA
  • Lunedì 3/02

ore 7.55 – 8.10 Aula Magna: momento di formazione per il biennio ITT e Liceo

ore 8.15 – 13.40 per la maggioranza degli studenti della 1 ITT, visita al MAcA – Museo A come Ambiente di Torino.

ore 14.45 – 19.00 secondo piano triennio liceo: colloqui genitori classi III

  • Martedì 4/02

ore 7.55 – 8.10 Aula Magna: momento di formazione per il triennio ITT e Liceo .

ore 8.30 – 13.40 avvio progetto BEST Choice, per gli student autorizzati delle classi seconde

ore 9.00 – 12.00 4 MEC percorsi PCTO: lezione in aula con CLN

  • Mercoledì 5/02

ore 7.55 – 14 / 16 5 eln/mec: simulazione di seconda prova dell’Esame di Stato

ore 14.40 – 16.15 MGS biennio

  • Giovedì 6/02

ore 14.30 – 16.00 corso  di  ripasso di CHIMICA generale, inorganica ed organica – ripasso di biologia in preparazione ai corsi universitari di medicina.

ore 14.00 – corso del POLITECNICO

  • Venerdì 7/02

ore 14.30 Torneo di Hitball riservato al biennio ITT

ore 14.30 – 16.00 4 MEC percorsi PCTO: lezione in aula con CLN

  • Domenica 9/02

ore 9.00 – 12.30 mattinata di ritiro per i genitori: “ Ma io vi dico beati … “

Torino, 3 febbraio 2020

Recent Posts