A tutti i nostri allievi/e,

alle loro famiglie

i docenti e formatori

Torino, 24 maggio 2021

Festa di Maria Ausiliatrice!

Tutti festeggiano il giorno in cui sono nati. Molti festeggiano anche il proprio giorno onomastico. E poi ci sono le date civili e religiose, che cadono in giorni precisi e segnano il ritmo del nostro anno: Natale, Epifania, la festa della liberazione, la festa dei lavoratori, la festa della Repubblica, ferragosto, i Santi… Sono giorni speciali, a cui diamo il giusto riconoscimento.

La Famiglia Salesiana nel mondo ricorda in modo speciale il 24 di ogni mese, proprio in considerazione della Festa di Maria Ausiliatrice, che si celebra oggi. Don Bosco ha diffuso questa tradizione in tutto il mondo, ovunque è arrivato qualcuno della Famiglia Salesiana.

Andiamo indietro, nell’ottobre del 1835. Giovanni Bosco ha 20 anni e, dopo  un lungo cercare e pregare, si sta preparando per entrare in seminario. La sera prima di partire mamma Margherita lo prende in disparte e gli dice questa parole: «Quando sei nato ti ho consacrato alla Madonna. Quando hai cominciato gli studi ti ho raccomandato di voler sempre bene a questa nostra Madre. Ora ti raccomando di essere tutto suo, Giovanni. Ama quei compagni che vogliono bene alla Madonna. E se diventerai sacerdote, diffondi attorno a te l’amore alla Madonna».

Terminate queste parole mamma Margherita è commossa. Anche Giovanni, e le dice: «Madre, vi ringrazio di tutto quello che avete fatto per me. Queste parole non le dimenticherò mai. Le porterò con me come un tesoro per tutta la vita».

Oggi è la festa di Maria Ausiliatrice, aiuto e difesa di noi che siamo suoi figli. È la Madonna dei tempi difficili. È colei che accompagna e sostiene i nostri passi, come ha fatto con don Bosco. È la Madre a cui dire la nostra riconoscenza e da cui ricevere consolazione.

Il vangelo di Giovanni racchiude in alcuni versetti ciò che auguro a ciascuno di noi: accogliere la Madonna nella propria vita. «Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: “Donna, ecco tuo figlio!”. Poi disse al discepolo: “Ecco tua madre!”. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé» (Gv 19,25-27).

Buona festa e buona settimana!

Don Claudio Belfiore

Direttore

Recent Posts