A tutti i nostri allievi/e,

alle loro famiglie

ai docenti e formatori

Torino, 19 ottobre 2020 

Tessitori di fraternità!

Il tema scelto dalle Pontificie Opere Missionarie in Italia per questo Ottobre Missionario è «Eccomi, manda me! Tessitori di fraternità».  Ed è bello immaginare – richiamando l’immagine di un lavoro al telaio – i mille fili di trama e ordito che si intrecciano per presentare ai nostri occhi la meraviglia di un disegno sognato, progettato e realizzato. Il sogno originale è di Dio, lui che è Padre dell’umanità. Ed è partecipato da tanti uomini e donne che desiderano e agiscono per realizzare questo disegno di fraternità e solidarietà. Il sig. Piero è uno di questi, e in occasione della 94a giornata missionaria mondiale celebrata domenica 18 ottobre, ci ha scritto una lettera che riporto di seguito.

La casa salesiana di Lahore si trova nel quartiere di Youhanabad, il quartiere a maggioranza cristiana (i cristiani costituiscono circa l’uno per cento della popolazione del Pakistan). Comunque dalla mia camera ho il piacere di sentire cinque volte al giorno – a partire dalle 4:45 del mattino! – gli altoparlanti dei muezzin di due moschee vicine.

I pochi problemi di convivenza non sono legati tanto all’appartenenza religiosa quanto, piuttosto, all’indole delle singole persone, come del resto succede anche in Italia. Anche nella nostra scuola ci sono ottime persone – allievi, personale tecnico e docente – tra i tanti di fede islamica. Purtroppo, a causa del coronavirus, la nostra scuola lavora a regimi contenuti. Parecchi allievi (centocinquanta) provenivano da zone lontane, e prima della pandemia frequentavano i corsi risiedendo nel nostro convitto. Per ragioni prudenziali la scuola non ha riaperto il convitto, perdendo così, al momento, questi allievi.

In queste prime settimane di permanenza in Pakistan mi hanno impressionato soprattutto due cose. La prima è la gentilezza e la premura con cui sono stato accolto. La seconda è la profondità spirituale. Quando vedo pregare – giovani e adulti – avverto un senso di convinzione, di coinvolgimento e, direi, quasi di orgoglio (ma non è ostentazione!) che mi fa molto del bene.

Chiedo la vostra preghiera e la vostra vicinanza. Io mi impegno a pregare per voi. Grazie!

Alle parole del sig. Piero accosto le parole con cui Papa Francesco ha introdotto la recente enciclica sulla fraternità e l’amicizia sociale:

«Fratelli tutti», scriveva San Francesco d’Assisi per rivolgersi a tutti i fratelli e le sorelle e proporre loro una forma di vita dal sapore di Vangelo. Tra i suoi consigli voglio evidenziarne uno, nel quale invita a un amore che va al di là delle barriere della geografia e dello spazio. Qui egli dichiara beato colui che ama l’altro «quando fosse lontano da lui, quanto se fosse accanto a lui». Con queste poche e semplici parole ha spiegato l’essenziale di una fraternità aperta, che permette di riconoscere, apprezzare e amare ogni persona al di là della vicinanza fisica, al di là del luogo del mondo dove è nata o dove abita.

Don Claudio Belfiore

Direttore

Gli appuntamenti della settimana:

  • da questa settimana, per i genitori, è possibile prenotare un colloquio con i docenti. Il colloquio si effettua on line e NON in presenza.
  • sono state consegnate le nuove mascherine per il contenimento Cov-19. Su ogni banco un pacchetto da 10, utile per due settimane scolastiche. Avere cura di tenere il pacchetto nello zaino.

 

  • Lunedì 19/10

ore 8.15 – 8.35  Salone delle Feste: momento di formazione per il biennio ITT e Liceo

  • Martedì 20/10

ore 8.15 – 8.35  Salone delle Feste: momento di formazione per il triennio ITT e Liceo

  • Mercoledì 21/10

ore 8.15 – 8.30 Triennio superiori: Salone delle Feste – saluto del nuovo Ispettore

  • Giovedì 22/10

mattino/pomeriggio un  gruppo  di  6  studenti  della  V  superiore  parteciperà  ad  un  Laboratorio di Matematica sui giochi.

  • Sabato 24/10  primo Open Day

Torino, 19 ottobre 2020 

Recent Posts